Rabatoni

Rabatoni


I rabatoni

Una ricetta piemontese sconosciuta al 99% dei torinèsi!

La moglie di un mandrogno doc vi racconta come preparare i deliziosi rabatoni (la pronuncia è questa, ma pare che la scrittura corretta sia “rabattoni“). Un primo gustoso e leggero, a base di verdure, adatto per tutte le stagioni e in particolar modo per i mesi invernali.

Preparazione: 45 minuti
Cottura: 15 minuti
Difficoltà: media

Ingredienti e dosi per 4 persone:

  • 300 g di ricotta
  • 500 g di spinaci o costine
  • parmigiano grattugiato
  • un uovo
  • sale, noce moscata e pan grattato q.b.

Preparazione:

Scottare in padella con un filo d’olio la verdura. Tritarla finemente con la mezzaluna e impastarla con la ricotta, il sale, il parmigiano grattugiato, l’uovo e il pan grattato fino ad ottenere un impasto sodo.

Creare dei rotolini, analogamente a come si fa per gli gnocchi. I rabatoni sono infatti dei “cilindretti” di circa 5 cm di lunghezza (e circa 32mm di diametro, aggiungerebbero gli ottusi funzionari europei).

Passarli nella farina e farli bollire, pochi per volta, in acqua salata. Con una schiumarola toglierli dall’acqua man mano che affiorano (esattamente come si fa per gli gnocchi).

Sistemare i rabatoni in una pyrex imburrata, ricoprirli di parmigiano grattugiato e farli gratinare al forno per 15′.

BUON APPETITO!

Mamma Cristina

Mamma Cristina è un'ottima cuoca a detta di Vanz che l'ha per questo nominata editor in chief della sezione Ricette di FIUH.

Rispondi